#SALVALAVITA , al convegno secco no a indulto e aministia

La mappa del pericoloUna serata interessante quella del 29 ottobre: #SALVALAVITA il convegno sulla sicurezza stradale organizzato dalla nostra sezione presso la sala Matteotti in municipio,  ha visto interventi di spessore e di qualità. Nonostante l’incredibile coincidenza che ha visto il Consiglio comunale convocato nella stessa sera del convegno la risposta del pubblico è stata inaspettata e numerosa. Dopo gli onori di casa del coordinatore Stefano Faita che ha voluto sottolineare di come la neo-sezione si stia approntando alle prossime elezioni amministrative, è toccato alla relazione di Elisabetta Cipollone mamma di Andrea De Nando aprire i lavori. Elisabetta Cipollone ha testimoniato il suo impegno sociale, nell’introduzione di norme più severe e per la certezza della pena per chi compie atti criminali al volante.  La sua esposizione è stata toccante e ha dato idea della dimensione esatta di chi vive il suo presente come “vittima”. Il Dott. Daniel Levi luminare neurochirurgo ha posto l’attenzione sulle statistiche e sulla rilevanza economica del problema, tanto da poter affermare con certezza che investire sulla sicurezza sarebbe conveniente anche in termini economici. Marco Osnato e Franco Lucente hanno posto un problema di attenzione delle Amministrazioni alla manutenzione e alla prevenzione. Il Sindaco di Tribiano ha tirato le orecchie al suo collega di Peschiera Borromeo reo a suo dire di non aver raccolto l’invito a testimoniare quello che a Peschiera Borromeo  si sta facendo in materia di sicurezza stradale.  Purtroppo non solo il Sindaco non ha accettato l’invito ma anche all’Assessore Alessio Tavecchio, in quota Lega Nord, che avrebbe avuto molto da dire sulla materia è stato consigliato di non partecipare per non legittimare in qualche maniera il nostro gruppo. Giulio Carnevale ha presentato l’iniziativa ; “La mappa del pericolo”, uno strumento messo a disposizione dei cittadini per segnalare i potenziali pericoli alla viabilità. Una volta riunite le segnalazioni verrà approntata una mappa e consegnata al Comandante della Polizia Locale e al Sindaco. Nessuno potrà dire “io non lo sapevo”.
Barbara Benedettelli ha posto il problema di come in Italia non si riesca a dar valore ad una vittima. Di come la parola vittima non sia contemplata nella nostra Costituzione neanche una volta e di come esistano dei programmi di sostegno ai parenti dei detenuti e non per le vittime. Ha ribadito il suo secco no all’indulto e all’amnistia: «Uno Stato che – ha dichiarato la Benedettelli – ha avuto ben sette anni dall’ultimo indulto per modificare un sistema che non funziona e che non restituisce alla società persone capaci di dare, invece che di togliere agli altri – e che solo ora si accorge che c’è un’emergenza, non può giocare ancora una volta con l’integrità e la vita dei suoi cittadini. Non può fare una roulette russa che colpirà a caso, come è già accaduto dopo l’indulto del 2006». Infine Barbara ha invitato tutti alla manifestazione a Roma del 10 Novembre.
Scarica le presentazioni del convegno in PDF : Presentazione Levi PresentazioneCipollone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Mappa del pericolo e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...